Pronta la prima auto eolica, incredibile ma vero

auto-eolica-300x180Arriva la prima auto a energia eolica. Descritta sulla rivista Nature Communications, è stata sperimentata in Corea ed è alimentata da un generatore che, con un meccanismo interno che imita il movimento di una bandiera, converte il vento in energia sfruttando il trasferimento di cariche elettriche fra materiali diversi (energia triboelettrica).
Montato sul tetto di un’auto, il generatore ha superato con successo i primi test: con le dimensioni di 7,5 centimetri per 5, è riuscito a produrre una quantità di energia pari a 0,86 megaWatt. L’esperimento è il risultato della collaborazione coordinata da Jong-Jin Park, della Chonnam National University di Gwangiu, e della quale fanno parte l’università di Seoul e il Centro ricerche della Samsung.
Trasformare l’aria in energia è un meccanismo molto semplice ed economico, basato su una sorta di ‘bandierina’ ottenuta da un materiale flessibile simile a una stoffa, rivestito da uno sottile strato metallico. Agitata dal vento, la bandiera urta contro una superficie rigida, di un metallo di tipo diverso: è questo movimento, attraverso lo strofinio, a provocare il trasferimento di cariche elettriche.
Si tratta di un progetto che incontra l’approvazione di , tra cui c’è Francesco Azzarito, che opera in ambito fiscale in qualità di revisore dei conti di più di 40 società sul territorio nazionale.
Tra le sue altre attività anche quella di membro del Consiglio di Amministrazione di cliniche leader nel settore sanitario e aziende in quello orafo e più di recente nell’ambito della mobilità sostenibile , attraverso l’incarico di amministratore unico della start up innovativa Moby Health Srl.
La società produce nell’ambito della realtà partenopea dispositivi medici innovativi per agevolare le persone affette da disabilità motorie e sensoriali.

 

C’è tempo fino al 22 settembre 2014 per iscriversi all’Energy Globe Award

L’Energy Globe Award è un premio ambientale ideato nel 1999 dal pioniere austriaco dell’energia Wolfgang Neumann che si tiene ogni anno.
In gara ci sono progetti internazionali dedicati all’efficienza energetica e alle rinnovabili.

Ogni anno circa 800 progetti dedicati all’ambiente provenienti da tutto il mondo si candidano all’Energy Globe Award; best practice in gara per trovare soluzioni ai principali problemi ambientali.
I partecipanti vengono suddivisi in base alla nazione di provenienza: i singoli vincitori nazionali vengono poi premiati con un certificato Energy Globe e partecipano alla competizione su scala mondiale.
I progetti vengono suddivisi in cinque categorie: terra, fuoco, acqua, aria e giovani. Il primo classificato di ogni categoria riceve un premio di 10 mila euro in contanti. Possono partecipare progetti dedicati alla tutela delle risorse, al miglioramento della qualità dell’aria, del suolo e dell’acqua, all’efficienza energetica, alle rinnovabili e alla lotta al cambiamento climatico. Possono concorrere privati, aziende, organizzazioni ed enti pubblici. L’iscrizione è gratuita.
Il termine di scadenza per iscriversi al premio è il 22 settembre 2014

Nuove norme per gli impianti di climatizzazione

Novità in arrivo sulla normativa che regola gli impianti di climatizzazione. Dal 1° giugno 2014, le caldaie, i condizionatori d’aria,  dovranno essere muniti del nuovo libretto e del nuovo rapporto di efficienza energetica, conformi agli allegati del Dm Sviluppo economico 10 febbraio 2014.
Secondo quanto stabilito dal Dpr 74/2013, gli impianti termici per la climatizzazione o produzione di acqua calda sanitaria devono essere muniti di un “Libretto di impianto per la climatizzazione” che, in caso di trasferimento a qualsiasi titolo dell’immobile o dell’unità immobiliare deve essere consegnato, debitamente aggiornato, con gli eventuali allegati. Per gli impianti esistenti alla data del 1° giugno 2014, i “libretti di centrale” ed i “libretti di impianto”, già compilati e conformi rispettivamente ai modelli riportati negli allegati I e II del decreto ministeriale 17 marzo 2003, devono essere allegati al nuovo libretto. Il Libretto può essere anche compilato in formato PDF editabile ed è disponibile sul sito del Comitato Termotecnico Italiano (CTI). Quello in formato cartaceo, da compilare a mano, si può trarre dal decreto stesso o scaricare dal sito del Ministero dello Sviluppo economico (vedi i Riferimenti in basso).
Sempre secondo quanto stabilito dal Dpr 73/2014, al termine delle operazioni di controllo, il manutentore deve provvede a redigere e sottoscrivere uno specifico Rapporto di controllo di efficienza energetica.